Seleziona Lingua   ENG
twitter facebook pinterest instagram instagram feed rss

Sciopero Anpac alle ore 18.30, il 95% di piloti e assistenti di volo risultava in servizio.

2015-07-24
Lo sciopero proclamato per la giornata di oggi da Anpac, uno dei sindacati che rappresentano piloti e assistenti di volo, non ha causato disagi significativi, grazie al senso di responsabilità del personale di Alitalia e alle azioni messe in campo a tutela dei passeggeri.
 
Nella giornata di oggi Alitalia non ha effettuato alcuna cancellazione oltre a quelle programmate a titolo precauzionale sin dalla giornata di ieri. I voli operati regolarmente saranno a fine giornata quasi 600.
 
I disagi sono stati limitati e non si sono registrate file alle biglietterie né a Fiumicino, né negli altri scali italiani dove la situazione sta rapidamente tornando alla normalità.
 
Alle ore 18.00, corrispondenti all’inizio della fascia di garanzia che durerà fino alle 21.00 e nella quale i voli opereranno regolarmente, il 95% dei piloti e degli assistenti di volo risultava regolarmente in servizio.
 
È prevalso il senso di responsabilità di tutti i dipendenti, sia del personale navigante che del personale di terra che era presente negli aeroporti per fornire assistenza ove necessario. A tutte queste persone va il ringraziamento dell’intera Compagnia.
 
Le persone di Alitalia hanno compreso la necessità di non aderire a un sciopero immotivato e irrispettoso convocato in un giorno “caldo” per le partenze estive. A seguito della recente riapertura del Terminal 3 e del molo D Alitalia dell’aeroporto di Fiumicino tutte le persone di Alitalia hanno voglia di lasciarsi dietro due mesi di grandi difficoltà e impegno, per riprendere la piena operatività.
 
Per alloggiare i passeggeri che non sono riusciti a partire nella giornata di oggi sono state sufficienti poche decine di stanze d’albergo. Alitalia conta di riproteggere nella giornata di domani i passeggeri che non sono riusciti a partire oggi.
 
Alitalia ringrazia i propri clienti che hanno compreso lo sforzo messo in atto dalla Compagnia e hanno accettato di partire con voli alternativi e si scusa con coloro che non è stato possibile far partire oggi.
 
Alitalia ricorda che per i passeggeri dei voli cancellati che hanno deciso di rinunciare al viaggio è  garantito il rimborso integrale del biglietto indipendentemente dalla tariffa pagata. Chi invece volesse riprenotare il volo in altra data può farlo entro il 31 luglio senza alcuna penale.
 
Quanto alle ragioni addotte dal sindacato Anpac a motivazione dello sciopero, Alitalia ribadisce che queste sono inconsistenti, che tutti gli investimenti proseguono come da programma, che nessun esubero è previsto per il personale navigante e che la revisione del contratto per il personale CityLiner è stata oggetto di un accordo firmato il 22 luglio con i sindacati più rappresentativi.